Il bicarbonato di sodio è una polvere bianca e fine ed è un sale di sodio dell’acido carbonico. È nominato dalla IUPAC (Unione Internazionale di Chimica Pura ed Applicata) “idrogenotriossocarbonato di sodio”.

La sua formula chimica è NaHCO3 e il suo livello di pH è intorno a 8,5, quindi è leggermente alcalino. In alternativa viene chiamato anche carbonato acido di sodio, carbonato monosodico, idrogeno carbonato di sodio, baking soda o sale di vichy. Tra gli additivi alimentari, è identificato dall’Unione europea con la sigla E500.

Esistono due categorie di bicarbonato di sodio: naturale e artificiale. Il bicarbonato di sodio naturale viene ricavato, insieme al carbonato di sodio, da un minerale che si chiama “trona” (carbonato acido di sodio biidrato).

Esso è un minerale di origine evaporitica e si trova nelle zone aride, dove si deposita lungo le rive dei laghi salati. Il bicarbonato di sodio naturale si trova in tutte le parti del mondo dove si presentano tali condizioni. Viene ricavato anche nei sedimenti dei laghi e nelle acque sotterranee. La scoperta recente del grande trona è quella del 1930 negli Stati Uniti. Invece, il bicarbonato artificiale viene prodotto ancora oggi dall’interazione tra il cloruro di sodio (NaCl) e il carbonato di calcio (CaCO3). È una tecnica inventata in laboratorio alla fine del 19° secolo da Ernest Sovay per la produzione industriale di bicarbonato di sodio. In Italia il bicarbonato di sodio è molto conosciuto come aiuto alla digestione e per il lavaggio delle verdure.

Ma queste due modalità di utilizzo rappresentano solamente la punta di un iceberg, infatti si può utilizzare in infiniti modi grazie alla nostra creatività. Oltre a questa differenza di base tra le due categorie di bicarbonato, esistono tre categorie di bicarbonato di sodio in commercio. La differenza sostanziale tra loro è semplicemente data dalla qualità del bicarbonato di sodio: industriale, alimentare e medicale. La differenza di qualità indica la differenza della sua purezza. La qualità industriale è indicata per pulire la casa, ma per il lavaggio dei piatti e l’uso come additivo alimentare va utilizzata la qualità alimentare. Quello che viene venduto al supermercato o dal fruttivendolo è di solito per alimentari ed è indicata sulla confezione la scritta “bicarbonato di sodio purissimo”. Per medicare gli occhi e per la pulizia dei neonati sarebbe meglio utilizzare la qualità medicale. In questo libro utilizzeremo semplicemente l’espressione abbreviata “bicarbonato” per indicare il bicarbonato di sodio.

Advertisements